logo principale caprilli

Ghiaccio fragile – Pinerolo 6, 13 e 20 aprile

pubblicato da:
Ghiaccio fragile – Pinerolo 6, 13 e 20 aprile

26 marzo, 2018

3 CONFERENZE a INGRESSO LIBERO, di venerdì, alle ore 18.00 previste il 6, 13 e 20 aprile presso:
CIVICO MUSEO DIDATTICO DI SCIENZE NATURALI “MARIO STRANI”, VILLA PREVER, VIALE DELLA RIMEMBRANZA, 61, PINEROLO.

A livello globale la temperatura terrestre è aumentata negli ultimi 150 anni di quasi un grado: una velocità sconosciuta al nostro pianeta per quanto le variazioni climatiche siano state innumerevoli nel corso della sua storia naturale.

Nelle Alpi, come nella nostra regione, ahimè, l’incremento si sta rivelando il doppio e gli effetti non si sono fatti attendere: aumento di frane in quota, alterazioni meteorologiche con prolungate siccità e precipitazioni violente e concentrate in brevi periodi, diminuzione della portata estiva dei corsi d’acqua e ulteriori impatti a catena come per esempio sull’agricoltura, sulla fauna e la flora alpina.

Proprio su questi temi è incentrato il ciclo di conferenze GHIACCIO FRAGILE giunto alla sesta edizione e che quest’anno sarà ospitato dal Museo di Scienze Naturali di Pinerolo, una sede particolarmente adatta agli scopi scientifici e divulgativi della rassegna.

I ghiacciai occupano un posto speciale nelle relazioni con il clima e svolgono un ruolo fondamentale per l’equilibrio ambientale del pianeta, ma proprio per la loro natura sono particolarmente esposti alle conseguenze del surriscaldamento globale. Dal loro approvvigionamento idrico, soprattutto in Asia, dipendono le sorti di vaste popolazioni, mentre dalla fusione dei ghiacci polari si stima un innalzamento del livello dei mari dell’ordine già di 3 mm l’anno che metterà in crisi entro la fine del secolo decine di milioni di persone.

Ai ghiacciai alpini ed alla loro accelerata fusione è dedicato il primo appuntamento, il 6 aprile, una conferenza dal delicato filo narrativo che unisce la ricerca scientifica e la documentazione fotografica con uno sguardo sui pionieri della glaciologia come Federico Sacco, infaticabile scienziato piemontese, di cui si celebrano quest’anno i 70 anni dalla morte. Per onorare ancor più degnamente la ricorrenza, nel corso della serata Gianni Boschis (geologo, insegnante e scrittore naturalista) e Gianni Mortara (ricercatore e glaciologo) presenteranno la ristampa anastatica del libro “Le Alpi” fotografica e divulgativa rappresentazione dei paesaggi alpini fra ottocento e novecento, comprendente anche i preziosi scatti dedicati dall’amico Vittorio Sella ai ghiacciai.

Un focus sugli effetti geologici e morfologici che il mutamento climatico sta avendo sulla montagna è invece costituito dal secondo appuntamento, il 13 aprile, curato da Marta Chiarle (geologa e ricercatrice del CNR) che da anni studia il dissesto idrogeologico e le sue relazioni col clima.

A livello alpino infine non sono trascurabili gli impatti del surriscaldamento sugli habitat naturali e le delicate specie botaniche e faunistiche che popolano l’alta montagna, messe a dura prova da queste brutali trasformazioni ambientali. La questione sarà posta e illustrata in termini altrettanto divulgativi da Barbara Rizzioli (naturalista e ricercatrice) nel corso dell’ultimo incontro, il 20 aprile.

Il filo conduttore del progetto GHIACCIO FRAGILE, coerentemente con gli anni passati, resta quello di contribuire a sensibilizzare il pubblico sul rapporto uomo – clima – fonti di energia e ambiente alpino attraverso contributi scientifici proposti con linguaggio divulgativo e videoproiezione di immagini e filmati.

Gli incontri sono coordinati da Gianni Boschis, distaccato presso l’Università di Camerino per un dottorato di didattica proprio sui cambiamenti climatici ed i ghiacciai.

INFO su
: www.meridiani.info

Di seguito tutti gli appuntamenti del programma:

Venerdì 6 aprile 2018 Ore 18
I ghiacciai alpini in un secolo di studi e fotografie Presentazione del libro “Le Alpi” di Federico Sacco a 70 anni dalla scomparsa dell’autore
Prof. Gianni Boschis (geologo e docente, IIS Galilei di Avigliana) e Dott. Gianni Mortara (glaciologo)
Presentazione a cura di Massimo Martelli (Direttore Civico Museo Didattico di Scienze Naturali “Mario Strani”) e di Martino Laurenti (Assessore alla Cultura della Città di Pinerolo)

Venerdì 13 aprile 2018 Ore 18
Alpi fragili: rischio idrogeologico e cambiamenti climatici
Dott.ssa Marta Chiarle (CNR IRPI di Torino) Presentazione a cura di Luciano Gerbi (Direttivo CAI di Pinerolo)

Venerdì 20 aprile 2018 Ore 18
Effetti del surriscaldamento sulla flora e sulla fauna delle Alpi
Dott.ssa Barbara Rizzioli (naturalista e guida del Parco Orsiera-Rocciavrè)
Presentazione a cura di Gianpiero Casagrande (Direttore delle Biblioteche di Pinerolo)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi