logo principale caprilli

Istituito il centro per i disturbi cognitivi e demenze

pubblicato da:
Istituito il centro per i  disturbi cognitivi e demenze

29 maggio, 2018

E’ stato istituito con una deliberazione approvata oggi dal Direttore Generale Dr. Flavio Boraso, il Centro per i Disturbi Cognitivi e le Demenze dell’ASL TO3; articolato su due sedi ospedaliere una ubicata presso l’Ospedale di Rivoli, dove già preesistente un’ attività ambulatoriale dedicata a queste patologie ed una presso l’Ospedale di Pinerolo e coinvolge, coordinandole fra loro, numerose professionalità: Neurologi, Geriatri, Psichiatri, Psicologi, Infermieri ed Assistenti sociali.

In particolare presso l’Ospedale di Pinerolese si è inteso con tale riprogettazione riavviare l’attività di trattamento delle patologie dementigene, al fine di rispondere pienamente agli specifici bisogni di salute della popolazione dell’area Pinerolese.
L’ASL TO3 dunque è pronta, già oggi, a dare puntuale applicazione a quanto la Regione Piemonte ha previsto come obiettivo da attuare entro il 30 giugno 2018 .

L’importanza di disporre nell’ambito dei disturbi cognitivi e della demenza di un riferimento organizzativo forte è testimoniato dai numeri: in Italia sono oltre 500.000 le persone colpite da varie forme di demenza e si prevede che il loro numero raddoppierà entro il 2050 con circa 96.000 casi di nuovi casi ogni anno. Nel solo Piemonte, su circa 1,3 milioni di ultrasessantenni, circa 75.000 sono affetti da demenze, raggiungendo addirittura il 30 % nella popolazione ultraottantenne.

UNO SPECIFICO PERCORSO ASSISTENZIALE – Certamente in questi anni l’ASL TO3 ha fornito risposte ai pazienti ed alle loro famiglie, ma il nuovo Centro per i disturbi cognitivi e Demenze dell’ASL TO3 potenzia la gestione dei percorsi assistenziali dei pazienti.

Tutte le attività svolte presso il nuovo Centro sono ricondotte ad uno percorso diagnostico, terapeutico assistenziale ( PDTA) condiviso con tutte le figure professionali coinvolte, che definisce i diversi passaggi: dalle modalità di accesso per la presa in carico di pazienti e del nucleo famigliare ( accesso nel quale continua ovviamente a svolgere un ruolo di cruciale importanza il Medico di Famiglia dei pazienti), all’organizzazione degli ambulatori, al personale coinvolto alla formazione ed aggiornamento continuo degli operatori, fino alle indispensabili attività di prevenzione ed educazione alla salute.

GLI OBIETTIVI – Chiari dunque, nello specifico, gli obiettivi: la stretta integrazione delle aree Neurologia Geriatria e Psichiatria e dei Servizi Territoriali, il coinvolgimento del Neuropsicologo/Psicologo nonché la sinergia con l’Assistente sociale per la parte relativa al caregiver ( persona di sostegno famigliare al paziente), l’accesso facilitato sia logisticamente sia con un congruo numero di ore di apertura del servizio, la riduzione dei tempi di attesa in particolare la prima visita entro un massimo di 30 giorni, la messa in rete del centro anche con Centri omologhi in altre ASL per assicurare la necessaria continuità in ogni spostamento del paziente ecc.

Gli orari di apertura sono ampi al fine di facilitarne la fruizione : prevedono ben 21,50 ore settimanali articolate sulle due sedi garantendo in ogni caso, per le richieste in urgenza l’accesso diretto per un primo inquadramento e per l’impostazione di una terapia immediata a cura dei Neurologi dei due Ospedali.

IL DAY SERVICE – Parte integrante del nuovo centro aziendale per i disturbi cognitivi e le demenze è costituito sia a Pinerolo che a Rivoli dalle attività svolte in regime di Day service per l’esecuzione in modo rapido e facilitato di varie prestazioni : test neuropsicologici, EEG, ECG, Esami ematochimici, Tac e Risonanze encefalo, ed altri esami previsti dai percorsi di cura.

Particolare attenzione è stata posta nel percorso di presa in carico del paziente cronico : dal monitoraggio clinico al rinnovo del piano terapeutico, dal percorso dei controlli periodici, al coinvolgimento attivo delle famiglie e del caregiver in particolare, in raccordo con l’Unità di valutazione geriatria per definire le risposte più idonee ( domiciliare, semiresidenziale, residenziale) in relazione ai singolo caso

Il Centro non trascura attività di tipo educativo e di prevenzione svolte sulla popolazione in generale ed associate ai fattori di rischio che incidono sull’insorgenza delle demenze, (in particolare dell’alzheimer) quali ad esempio l’ipertensione, il diabete, l’obesità il fumo, la depressione, l’inattività fisica ecc.
Sono stati individuati quali responsabili del Centro i Direttori di Neurologia ( Dr. Carmelo Labate per Pinerolo e Dr. Salvatore Amarù per Rivoli con il coordinamento del Centro stesso affidato al Dr. Silvio Venuti .

Ho fortemente condiviso l’indicazione che la Regione Piemonte ha dato alle ASL per la riorganizzazione ed il potenziamento dei servizi dedicati ai disturbi cognitivi e demenze “ sottolinea il Dr. Flavio Boraso – Direttore Generale dell’ASL TO3 “ dunque siamo partiti subito nella nostra ASL non attendendo le scadenze previste ma coinvolgendo fin da subito tutti i servizi interessati che d’ora in poi lavoreranno in piena sinergia e coordinamento nell’ambito del contenitore unico costituito da questo nuovo Centro; le demenze rappresentano davvero situazioni di estrema fragilità per i pazienti che coinvolgono pesantemente anche le famiglie ed è nostro dovere fornire risposte qualificate e strutturate, non trascurando le azioni preventive per ridurre i rischi di insorgenza delle stesse. Ringrazio sentitamente tutti i professionisti che, con convinzione ed impegno, hanno lavorato e lavoreranno da oggi in poi su questo importante e delicato progetto”.

29 maggio 2018

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi