logo principale caprilli

I venerdì del Corelli – Pinerolo dal 25 gennaio al 31 maggio

pubblicato da:
I venerdì del Corelli – Pinerolo dal 25 gennaio al 31 maggio

10 Gennaio, 2019

Un cartellone molto ricco quello della nuova edizione dei “Venerdì del Corelli”: nove i concerti previsti tra gennaio e giugno e quattro le conferenze per avvicinarsi alla conoscenza di alcuni artisti Jazz e di brani d’Opera. Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e mirano ad aprire le porte della musica di qualità al pubblico più vasto, non solo di Pinerolo. Un programma che nasce dall’unione delle forze dell’Istituto Civico Musicale A.Corelli con l’Accademia di Musica di Pinerolo e Jazz Visions: la musica classica si sposa con la Contemporanea e con il Jazz, dando vita a una serie di serate che, sulla scia del successo del 2018, porterà a Pinerolo alcune chicche musicali da non perdere.

Come da tradizione torneranno gli appuntamenti che hanno caratterizzato la rassegna negli scorsi anni (con concerti dei vincitori di concorsi come Premio Città di Massa “Concorso Schumann”, Premio Comune di Buriasco “Concorso Ravel”, vincitori delle Borse di Studio Progetto “PROFESSIONE ORCHESTRA” e anche i concerti di Ensemble Orchestra e Coro Istituto Civico “A. Corelli” Pinerolo). Una tra le novità del cartellone 2019 è rappresentata da “I Classici Startup”, due appuntamenti che vedranno docenti e allievi dell’Accademia di Musica di Pinerolo “sfidarsi” in un duello musicale di piano e violino. Inoltre, anche quest’anno, grazie alla collaborazione di Jazz Visions, il grande Jazz approda alla sala Italo Tajo, con l’imperdibile concerto del percussionista Francesco D’Auria e del parigino Michel Godard (tuba, serpentone e basso elettrico) definiti come “uno degli esempi più interessanti del nostro grande jazz europeo” e “due musicisti sicuramente tra i più curiosi e vitali del panorama musicale”. Ma non è tutto: altra novità da non perdere sarà “Grace Art Project” una performance musicale che coinvolgerà un ensemble vocale femminile, l’attore Mauro Ginestrone e Claudio Fenoglio (Direttore dell’Istituto Civico Musicale A.Corelli) nella veste di pianista. Un esperimento nato dal gruppo di voci provenienti da una lunga esperienza nel coro di voci bianche del Teatro Regio, che racconta la fiaba giapponese “l’Ovale Bianco” attraverso brani vocali di autori che vanno dal tardo Ottocento all’epoca contemporanea (Rachmaninov, Holst, Debussy, Hindemith, Rutter, Williams).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi